Il progetto della Compagnia Teatro dell’Argine lancia gli eventi finali di maggio e giugno 2021

Si avvia verso la conclusione Politico Poetico, il progetto curato dalla Compagnia Teatro dell’Argine all’interno di Così sarà! La città che vogliamo. Dopo mesi a sperimentare il teatro nelle scuole, nonostante chiusure e restrizioni, e a sviscerare insieme allə ragazzə gli obiettivi dell’Agenda 2030 per farli propri, ora Politico Poetico è pronto per presentarsi alla città con tre importanti appuntamenti pubblici.

Gli eventi finali di Politico Poetico

Speakers’ Corners16 maggio 2021
500 adolescenti, 400 progetti, 300 monologhi

Il Parlamento incontra la città – 17 maggio 2021
Cinque lettere pubbliche alle istituzioni

La resistenza di Politico Poetico nelle parole del Teatro dell’Argine

“Ci siamo fermati, inaspettatamente, a febbraio 2020. Ma siamo ripartiti con forza dai ragazzi e dalle ragazze delle scuole di II grado del territorio, dagli obiettivi dell’Agenda 2030, dalle sfide per una città e per un mondo migliore, oggi ancor più necessarie di ieri. Oggi, in piena crisi da pandemia, Politico Poetico ci sembra più importante che mai, anzi è diventato addirittura urgente.

Non solo perché l’intera Agenda 2030 è stata sconvolta dalla pandemia e moltissimi obiettivi legati alle disuguaglianze sociali ed economiche e ai diritti fondamentali hanno visto crollare i loro progressi. Non solo perché rischiamo di essere travolti dalle conseguenze di questo terremoto globale. Ma anche perché la mancanza di prospettive uccide qualunque tipo di possibile visione.

E il teatro è il luogo, reale e allegorico, della visione. E della relazione. Anche quando è chiuso. 

Per questo Politico Poetico è ricominciato e il teatro ha saputo adattarsi, come ha sempre fatto, da efficiente mutante qual è, a questo mondo nuovo. Siamo tornati e stiamo per giungere alla destinazione finale con gli eventi di maggio e giugno 2021“.